PAGINA 01 > 02 > 03 > 04 > 05

Che cos’è una HMI

Con HMI (Human Machine Interface) si intendono comunemente quei pannelli operatore (OP) che consentono ad un utilizzatore di comunicare con un macchinario o un impianto di produzione. Questo avviene tramite la raccolta di dati provenienti da strumenti installati sul campo (PLC, multimetri, centraline, …), l’elaborazione e quindi la rappresentazione sul display touchscreen delle informazioni raccolte attraverso un’interfaccia intuitiva e user-friendly.

Le HMI della serie LRH, disponibili nei tre diversi formati 4.3”, 7” e 10.1”, sono dotate di display touch screen resistivo a 64k colori e retroilluminazione a LED. Le porte di comunicazione Ethernet, USB e seriale (configurabile come RS232-RS485-RS422) consentono l’interfacciamento con qualunque dispositivo che comunichi con protocollo Modbus RTU, Modbus TCP e OPC UA.

Per maggiori informazioni tecniche sulla serie LRH clicca qui.

Protocolli di comunicazione supportati

Le HMI serie LRH supportano i seguenti protocolli di comunicazione:

  • Modbus RTU, nelle varianti Master e Slave
  • Modbus TCP, nelle varianti Client e Server
  • OPC UA, nelle varianti Client e Server.

Il protocollo Modbus, grazie alla sua semplicità di utilizzo, è uno dei protocolli di comunicazione seriale più diffusi in ambito industriale per l’acquisizione di informazioni da dispositivi installati sul campo. È disponibile sia in versione RTU (tipicamente utilizzato sulla porta seriale) che TCP (su porta ethernet).

Il protocollo OPC UA è molto diffuso nel campo dell’automazione. Il suo principale vantaggio consiste nel fatto che l’HMI è in grado di leggere informazioni provenienti da dispositivi sul campo con un linguaggio standardizzato indipendente dal produttore dei dispositivi e dal linguaggio (protocollo) che essi utilizzano per comunicare.

Software di programmazione e scenari pronti all’uso

Il software LRHSW consente una programmazione intuitiva ed avanzata delle HMI, con possibilità di acquisire dati, presentare trend, visualizzare pagine grafiche interattive e personalizzabili, gestire allarmi, memorizzare ricette e tante altre funzioni. Sono disponibili scenari per applicazioni tipiche come ad esempio: il controllo remoto di un micro PLC, la supervisione di una stazione di pompaggio, il monitoraggio di un impianto fotovoltaico, ecc.).
Scarica il software LRHSW di programmazione per HMI in versione free trial qui.

Comunicazione tra PLC e HMI

Negli impianti industriali i PLC sono spesso utilizzati per il trattamento dei segnali provenienti dal campo (misure di temperatura, segnali d’allarme, ecc.) e destinati al campo (impostazione della velocità di un motore, segnali di start e di stop, ecc.). Conseguentemente la maggior parte delle HMI deve comunicare con essi. La connessione tra HMI e PLC, spesso di tipo seriale, è generalmente di tipo punto-punto quindi ad una HMI corrisponde un solo PLC. È comunque possibile mettere in comunicazione un pannello operatore con più PLC. Tipicamente l’intera logica che gestisce un impianto viene realizzata tramite il programma caricato all’interno del PLC, lasciando al pannello operatore il solo compito di visualizzare e, se necessario, modificare le informazioni ivi contenute.

Se vuoi sapere come realizzarlo, guarda questi video tutorial.
Vuoi seguire un corso gratuito in aula? Iscriviti qui!
Scarica il software LRHSW di programmazione per HMI in versione free trial qui.

Bibliografia

Laboratori tecnologici ed esercitazioni (Carlo Ferrari, Ed. San Marco)

next