PAGE 01 > 02 > 03 > 04 > 05 

GATEWAY DATA LOGGER EXCGLA01 – 03 Scenario monitoraggio energetico con strumenti di misura in catena RS485 con conversione ethernet

Trascrizione del video

Quando gli strumenti sono collegati in una catena separata dal gateway data logger è possibile metterli in comunicazione attraverso la rete locale. Partendo da uno switch di rete collegato alla rete locale, con un cavo ethernet è possibile collegarsi al convertitore di rete EXCCON01. Puoi configurare il convertitore EXCCON01 con un cavo di rete direttamente collegato al computer.

Per prima cosa assegna al tuo pc un indirizzo IP della famiglia 192.168.127.x, poi punta in un browser web l’indirizzo del convertitore: 192.168.127.254, indicato sul retro del convertitore stesso, per accedere al web server di configurazione. La password di default è “moxa”. In “serial settings”, porta n. 2, imposta la velocità di Baudrate – 38400 – e il Flow control, selezionando “none”. Gli altri parametri rimangono quelli di default. Premi submit per salvare e riavviare. Ora è il momento di entrare nel menu “operating settings”, sempre riguardante la porta 2. Imposta come “operation mode” la modalità “TCP Client Mode”. Nei parametri che compaiono va indicato l’indirizzo IP del gateway data logger EXCGA01: in questo caso 192.168.0.4 Il valore della porta TCP dev’essere 1000. Conferma con “submit” e poi “save and restart”.

Imposta poi in Network settings un indirizzo IP per il convertitore, compatibile con la rete all’interno della quale si trova il gateway datalogger. Imposta anche la subnet mask. Questi parametri sono indicati dal gestore della rete locale. Conferma poi con il tasto “submit”. Un doppio bip ti avvertirà del riavvio. Ora puoi collegare i dispositivi, attraverso le coppie RS485 di doppini schermati. Nel primo strumento della catena, un DMG210 da guida DIN, inserisci le coppie A, B e negativo di riferimento SG col un un collegamento di tipo “entra-e-esci”. Questo collegamento va effettuato su tutti i dispositivi intermedi della catena. Nell’ultimo strumento disposto in questa catena di esempio c’è un DMG800 da pannello, con espansione EXP1012 per la comunicazione via RS485. Collega in modalità singola i cavi A, B e il negativo di riferimento, come di consueto. Essendo l’ultimo strumento della catena, esegui un ponte tra morsetto A e morsetto TR per terminare correttamente la catena di misura.

Brochure sull’energy management

em.lovatoelectric.com

previous
next