Come avviene l’accoppiamento tra i sezionatori della serie GA con le aste di sezione 7mm?

Gli interruttori sezionatori della serie GA sono compatibili con le aste di prolunga GAX7… con sezione da 5mm. Per l'impiego della maniglia GAX66N(B) con i sezionatori GA030A, GA063...160A è però necessario l'impiego di un'asta GAX7…AN con sezione da 7mm. In questo caso è necessario prevedere l'impiego l’accessorio GAX60B che adatta il foro per aste con [...]

Nella scelta di un interruttore sezionatore, quale corrente devo considerare? La Ith oppure la Ie?

Nella scelta dell’interruttore sezionatore la prima cosa da considerare è la categoria d’impiego, cioè l’applicazione a cui sarà destinato perché influirà sulle sue prestazioni. Nella tabella qui sotto per esempio sono elencate: AC-21 Inserzione o disinserzione di carichi non o debolmente induttivi, forni a resistenza AC-22 Inserzione e disinserzione di carichi misti resistivi e induttivi, [...]

Perché gli interruttori magnetotermici sono offerti con differenti curve di intervento magnetico?

Un interruttore magnetotermico deve proteggere contro cortocircuiti ovvero aumenti repentini della corrente assorbita da un carico. Le curve di intervento magnetico definiscono esattamente il comportamento della protezione in base all’entità della corrente da interrompere. Ci sono utilizzatori (carichi) che potrebbero dar luogo a scatti intempestivi perché alla loro accensione hanno dei picchi di assorbimento (es. [...]

La caratteristica di intervento termico, quindi contro sovraccarico, è sempre la stessa per gli interruttori magnetotermici?

Si. L’interruttore magnetotermico offre la protezione contro i sovraccarichi per correnti comprese nel range 1,13In ÷ 1,45In. Dato che il sovraccarico viene tipicamente sopportato dalla maggior parte delle apparecchiature l’intervento non è istantaneo. - Se si attesta una corrente pari a 1,13In l’interruttore non deve intervenire prima di 60 minuti (In≤63A) o 120 minuti (In>63A). [...]

Cosa identifica la sensibilità dell’interruttore differenziale?

Questo dato, indicato nelle tabelle tecniche del produttore, indica il livello di protezione in corrente offerto dall’interruttore differenziale. Le taglie tipicamente utilizzate nella distribuzione elettrica di bassa tensione sono 30mA e 300mA. Tipicamente la soglia 30mA è quella dedicata alla protezione delle persone. Per spiegare le soglie di intervento si prenda l’esempio di un differenziale [...]

Che differenza c’è tra un differenziale Tipo AC, Tipo A e Tipo B?

Gli interruttori differenziali tipo AC sono sensibili unicamente a correnti di guasto di tipo sinusoidale. Gli interruttori differenziali di tipo A sono invece sensibili sia alle correnti sinusoidali che alle correnti “pulsanti unidirezionali” che possono esserci, ad esempio, all’interno di impianti con dispositivi elettronici per il raddrizzamento della corrente. Questi apparecchi sono in grado di [...]

Quale protezione viene assicurata dall’interruttore differenziale puro?

Gli interruttori differenziali puri, dall'acronimo RCCB (Residual Current Circuit Breaker), sono protezioni automatiche che sezionano il ramo d’impianto su cui sono installate in caso di un guasto verso terra (dispersione di corrente verso terra). Sono protezioni contro i contatti indiretti. _____________________________________________ Altre informazioni su questo argomento Consulta la pagina del sito dedicata agli interruttori magnetotermici e [...]

Quale protezione viene assicurata dall’interruttore magnetotermico?

Gli interruttori magnetotermici, chiamati anche con l'acronimo MCB (Miniature Circuit Breaker), sono protezioni automatiche che sezionano il ramo d’impianto su cui sono installate in caso di sovraccarico o cortocircuito. _____________________________________________ Altre informazioni su questo argomento Consulta la pagina del sito dedicata agli interruttori magnetotermici e differenziali.

Torna in cima